Pensieri alla rinfusa 

L’amore che provo per il mio compagno è qualcosa che mai riuscirò ad esprimere a parole.

Non mi è mai piaciuto credere nelle favole, pur essendo sempre con la testa fra le nuvole, e non ho mai dato per scontato nulla.

Per questo non ho mai preso fiato quando da piccoli giocavamo assieme; ho continuato a non respirare quando il mantello nero del lutto è sceso sulle nostre teste e ci ha fatto perdere per alcuni anni; continuavo ad essere in apnea nel momento in cui ci siamo riuniti e siamo diventati “qualcosa di più “; gli anni successivi, tra discussioni, delusioni, esperienze e decisioni, i miei polmoni erano ancora gonfi.

Ora, finalmente, mi permetto di respirare e svegliarmi ogni mattina con la consapevolezza di averlo accanto. Ma no, nemmeno adesso do per scontato nulla. L’essere cosciente di qualcosa e permettermi di respirare mi è arrivato da dentro, dal duro lavoro che questi anni hanno inflitto alla mia crescita.

Lui è il mio valore aggiunto, ormai fuso.

Succeda quel che succeda. Accada quel che accada.

Non mi è mai piaciuto creder nelle favole, pur essendo sempre con la testa fra le nuvole, non ho mai dato per scontato nulla, se non il mio amore.

Annunci

2 pensieri su “Pensieri alla rinfusa ”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...