Maze runner- Il labirinto

Reduce dalla lettura di Hunger Games, mi sembrava impossibile riuscire a trovare un libro che riuscisse a tenergli testa. Sentivo il polverone di commenti e recensioni che innalzava questa saga, ma la ignoravo nonostante tutto. Ormai ero entrata nella fase nel quale paragonavo tutto alla trilogia di Susanne Collins, e niente riusciva a regalarmi le stesse emozioni.

Un giorno poi, mi ritrovai a parlare con un amico lettore e mi rivolse un unica frase: ” Hai letto maze runner? Beh, fallo perchè io l’ho divorato.” In quel momento è scattato qualcosa. Sarà che sono molto in linea con questo mio amico e ogni volta che riusciamo a vederci, parliamo solo delle ultime letture fatte consigliandoci a vicenda nuovi libri o autori. Così ho comprato il primo volume, Maze runner- Il labirinto.

 

Trama:

“Quando Thomas si risveglia, le porte dell’ascensore in cui si trova si aprono su un mondo che non conosce. Non ricorda come ci sia arrivato, né alcun particolare del suo passato, a eccezione del proprio nome di battesimo. Con lui ci sono altri ragazzi, tutti nelle sue stesse condizioni, che gli danno il benvenuto nella Radura, un ampio spazio limitato da invalicabili mura di pietra, che non lasciano filtrare neanche la luce del sole. L’unica certezza dei ragazzi è che ogni mattina le porte di pietra del gigantesco Labirinto che li circonda vengono aperte, per poi richiudersi di notte. Ben presto il gruppo elabora l’organizzazione di una società disciplinata dai Custodi, nella quale si svolgono riunioni dei Consigli e vigono rigorose regole per mantenere l’ordine. Ogni trenta giorni qualcuno si aggiunge a loro dopo essersi risvegliato nell’ascensore. Il mistero si infittisce quando – senza che nessuno se lo aspettasse – arriva una ragazza. È la prima donna a fare la propria comparsa in quel mondo, ed è il messaggio che porta con sé a stupire, più della sua stessa presenza. Un messaggio che non lascia alternative. Ma in assenza di qualsiasi altra via di fuga, il Labirinto sembra essere l’unica speranza del gruppo… o forse potrebbe rivelarsi una trappola da cui è impossibile uscire.”

La prima cosa che si riesce a notare nelle prime pagine di questo libro, è la scrittura. James Dashner permette una lettura semplice, scorrevole e piacevole senza cadere nello scadente o bambinesco. Il libro si divora anche per questo, per la piacevolezza con cui scorrere.

Ma si entra subito nel vivo. Dopo poche pagine ci si inizia ad interrogare, porre mille domande, proprio come fa il protagonisca, Thomas, e così, il lettore, diventa parte integrante della storia. Personalmente ho iniziato a muovermi nelle ambientazioni, a conoscere, scrutare volti nuovi. Ho iniziato a sentire gli odori, le vibrazioni ed ho instaurato, fin da subito, un forte legame con il protagonista.

La storia, pagina dopo pagina, tira fuori i suoi assi nella manica, dimostrando la sua originalità, la sua non scontatezza, la sua imprevedibilità.

Insomma, si arriva alle ultime pagine e si pensa :” e poi? cosa succede?”.

Questo primo volume si trasforma in una vera e propria droga per chi ama gli enigmi, l’azione e l’avventura!

Annunci

8 pensieri su “Maze runner- Il labirinto”

    1. Anch’io ho isto il primo film, ed è molto ben irato e fedele al libro. Non posso dire lo sesso degli altri purtroppo. Il secondo film l’ho interrotto a metà e ho bestemmiato! Avevano purtroppo cambiato tutto quanto, a partire dalle scene principali, ed è stata una forte delusione 😦

      Liked by 1 persona

    1. Io non dico che non sia girato bene, per carità. Dal punti di vista di chi ha letto il libro però mi ha deluso. Ho immaginato che il secondo dovesse essere fedelissimo al libro com elo è stato il primo. Ma ovviamente è un film e ci sta che ci siano dei cambiamenti, ma stravolgere le scene…assolutamente no! Perchè far fare delle azioni importanti a dei personaggi quando nel libro li ha fati un altro? Perchè farli fare in tempi cronologici diversi dal libro? E’ questo che mi ha deluso. Si perde il senso delle azioni, come si è svolto realmente il tutto..

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...