Maze runner- La fuga

Appena concluso il primo volume di questa saga, non potevo proprio aspettare di leggere anche il secondo. E’ questo il punto forte di questa trilogia. Ad ogni capitolo, non puoi smettere. Vuoi sapere, desideri conoscere  e risolvere il punto interrogativo che lo stesso autore ha posto alla fine di ogni capitolo.

C’è un bisogno impellente di andare avanti, capire il perchè…e di nuovo, insime a Thomas, ci si inoltra in questa carrambolesca avventura.

Trama:

“Il Labirinto e i viscidi Dolenti sono ben poca cosa se paragonati alla lunga marcia che la malefica organizzazione denominata C.A.T.T.I.V.O. ha pianificato per i pochi sopravvissuti che tiene prigionieri, i Radurai, attraverso la Zona Bruciata. La squallida landa inaridita da un sole accecante è sferzata da tempeste di fulmini, e popolata da esseri umani che l’Eruzione, il temibile morbo che rende folli, ha ridotto a zombi assetati di sangue. Nelle due settimane in cui dovranno percorrere i centocinquanta chilometri che li separano dal porto sicuro, la loro meta, tra cunicoli sotterranei infestati da sfere metalliche affamate di teste umane e creature senza volto dagli artigli letali, i Radurai dovranno dar prova del loro coraggio e dar voce al loro istinto di sopravvivenza. In questo scenario di desolazione, superando le insidie di città fatiscenti e foreste rase al suolo, il viaggio verso il luogo misterioso in cui potranno ottenere la cura che salverà loro stessi e il mondo diventerà per Thomas, Brenda, Minho e gli altri un percorso di scoperta del proprio mondo interiore, del limite oltre il quale è possibile spingere le proprie paure. ”

Il secondo capitolo della saga è strettamente collegato al primo. Non è una storia a se, un altra avventura dei protagonisti, ma un susseguirsi di avvenimenti per arrivare ad una conclusione, ad un finale con un punto interrogativo enorme. Già. E’ difficile se non impossibile fare supposizioni su un eventuale finale della saga. I protagonisti incontrano altri personaggio per loro fondamentali, le ambientazioni diventano più succulente per il lettore, più vivide e vere. I brividi non possono non attraversarvi la pelle in questa lettura.

E così, lo scrittore, mi ha sorpresa ancora. Ho provato a fare supposizioni,a farmi delle idee, ma dietro ad ogni pagina, sentivo crescere la frustrazione che accompagna i protagonisti, che vogliono insistentemente vivere, amare, essere liberi, ma non capiscono come potrebbero ottenere e realizzare quel loro desiderio.

Le prove diventano più ardue, vere, palpabili per chi legge. E’ un racconto che scivola via, veloce verso la fine con la costante meraviglia e stupore.

E ancora. Dietro alla sua conclusione, continua la voglia ed il desiderio di aprire il terzo volume.

Annunci

2 pensieri su “Maze runner- La fuga”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...