Il contrario di uno di Erri de Luca

 

Questo libro raccoglie 18 racconti. Tutti nati per raccontare come il due è contrario di uno.

Per me, è stato strano, non leggere un romanzo di Erri come sempre, ma ritrovarmi dinanzi dei racconti. Addentrarmi in essi, nelle prime pagine mi è risultato difficile.

Chiunque abbia mai letto qualcosa di questo scrittore, sa bene quanto sia complessa e carica la sua scrittura e al tempo stesso  leggera e appassionante.

Come è possibile che sia una cosa ed un altra essendo una l’opposto dell’altra? Con Erri tutto è possibile. E’ un autore, un racconta storie che vive ciò che racconta. Assapora ogni singola parola, tramutando i suoi pensieri in poesia e rendendo ogni frase carica di sentimento e di altrettante riflessioni.

Leggi una frase e finisci per avere la testa colma di osservazioni che non riesci nemmeno a seguire. Con un solo periodo, ti si apre la mente, ti si lacera l’anima e te la risucchia in quelle pagine.

Non c’è bisogno che io dica, che questo libro, come gli altri, sono una benedizione per chiunque li legga.

Eccellente nelle descrizioni. Poesia pura. Battito di cuore ed anima.

Vi riporto qui alcuni stralci che ho preso qui è lì, nei vari racconti.

Vento in faccia :

“Cambiarono i rapporti di forza fino al ’75, quando per recuperare il vantaggio della forza pubblica, il parlamento a grassa maggioranza dette in dote ai militi la legge che consentiva loro di sparare in piazza senza causa di pericolo e bisogno di legittima difesa, di entrare nelle case e nelle sedi politiche senza mandato di magistratura,  di tenersi un acciuffato per due giorni e notti senza avvisare avvocato nè magistrato. […] Entrava nelle prigioni a schiere di arrestati, faceva lega con i detenuti einiziavano le rivolte contro il trattamento penitenziario.”

 

Aiuto:

“<<Ha bisogno di aiuto?>>

<<DI uno che mi uccide.>>

[…]<<Di uno che l’uccide. Di uno che l’ama fa lo stesso?>>”

La camicia al muro:

“Mi sono innamorato.[…] Aveva mani spellate da un malanno, il solo che ho amato. Veneravo quelle dita screpolate, rosse, indolenzite, non l’ha creduto mai. Fosse stata lebbra gliel’avrei leccata per appiccicarmela alla lingua, fosse stata morte l’avrei voluta io. Meno di questo, l’amore non è niente.”

“Le nostre parti combinavano una coincidenza, mano su mano, piede su piede, capelli su capelli, ombellico su ombellico, naso a fianco di naso a respirare solo con quello a bocche unite. Non erano baci, ma combaciamento di due pezzi. Se esiste una tecnica di resurrezione lei la stava applicando. Assorbiva il mio freddo e la mia febbre, materie grezze che impastate nel suo corpo tornavano a me sotto peso di amore. Il suo teneva sotto il mio e il mio reggeva il suo, come fa una terra con la neve. Se esiste un’allenza tra femmina e maschio, io l’ho provata allora.”

La congiunzione e:

“All’entrata del bosco spezzo i fili dei ragli che avvolgono i confini. Sono i sigilli stesi di notte. Denunciano l’intruso. Salgo tra i primi abeti ancorati a pilastro e fondamenta, carico il piede dove non fa rumore. Per essere accolti in un bosco bisogna bisbigliare passi. Finchè vado sono uno lasciato passare. Se mi fermo e mi siedo con le spalle a un tronco, Vedo famiglie di alberi in movimento. Quando mi fermo è il bosco che di muove. “

 

“Allora la tua mano è stata la congiunzione e, la particella che sta tra due nomi e li accoppia più di abbracci e baci. La tua mano minuta serrata nella mia inutilmente larga, serata a serratura chiudeva noi due dentro e tutti gli altri fuori.”

 

Annunci

2 pensieri su “Il contrario di uno di Erri de Luca”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...