La fattoria degli animali di George Orwell

Trama

“Gli animali della fattoria Manor decidono di ribellarsi al padrone e di instaurare una loro democrazia. I maiali Napoleon e Snowball capeggiano la rivoluzione che però ben presto degenera. Infatti Napoleon, dopo aver bandito Snowball, introduce una nuova costituzione: “Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri”. La dittatura e la repressione fanno riappacificare gli animali con gli uomini che ormai non appaiono più agli exrivoluzionari molto diversi da loro.”

Dopo aver letto 1984, un romanzo per me, da tenere assolutamento come bagaglio di lettura, non potevo non spingermi a leggere altro di questo autore. Per l’appunto, un altro suo libro, molto conosciuto, è La fattoria degli animali.

Ho letto alcune recensioni, e posso comprendere chi non ha amato questo romanzo o non lo abbia capito fino in fondo. Premetto, che comprendere Orwell è qualcosa di impossibile, non perchè non sia bravo, ma perchè tutte le sue metafore sono aperte a significati che solo il lettore può comprendere a suo modo. E’ vero che le sue storie, sono state scritte e sono nate per dei motivi, ( come questo volume che è indirizzato al vecchio impero URSS), ma è anche vero che il modo in cui lo fa, è sorprendentemente “aperto” alla percezione di tutti.

Questo libro, ha al suo interno una storia che è un’intera metafora, scritta a puntino, con finezza ed eleganza, e le sue parole volano come frecce a colpire i suoi bersaggi con precisione. Nella sua lettura non ho fatto che ridere e compiacermi. Personalemnte, ho letto questa storia focalizzandola e tenendo conto della nostra epoca, di questi ultimi anni e giorni. In realtà, come accennato prima, Orwell, l’ha scritta per attaccare il governo Russo, ma la sua scrittura  è “ampia e libera” ( come dicevo prima) tanto da non rinchiudersi e limitarsi a quegli anni, ma ad adattarsi in qualsiasi epoca vi si legga. Un libro malleabile direi, i miei preferiti!

Messo a confronto con 1984, questo volume però, non riesce a tenere il confronto,e secondo me, il motivo risiede nel fatto che, 1984 è un rumanzo strutturato e corposo, questo invece, si presenta come una storiella carica di significato. Però è una di quelle chicche che non dovreste farvi sfuggire se amate il suo autore ed il genere da lui proposto.

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate?

Avete letto altro di Orwell? 🙂

Annunci

10 pensieri su “La fattoria degli animali di George Orwell”

    1. Son due cose differenti. 1984 è un romanzo strutturato, apocalittico per me con una finezza enorme. Questo volume è differente, è una storiella, come hai detto tu, scritta per denunciare quello che accadeva all’epoca con l;impero Russo, ma che io trovo attualissimo. Se vogliamo vedere il libro, come un romanzo incalzante, con colpi di scena ecc, chiaramente non lo è, io lo vedo come il motivo per cui è nato, una storia che arrivi dritta e colpisca. Nulla più. 🙂

      Liked by 1 persona

      1. Non so quale sia stato il suo intento sinceramente. Se avesse in mente quella storia e voleva svilupparla in quel modo e basta o se ci fosse altro dietro, se sia stato per strategia di pubblicazione. Anche perchè, credo che 1984, avendolo strutturato in quel modo, dava l’idea di futuristico all’epoca, questo no. Ha dato palesemente dei porci al governo, forse è anche più diretto.

        Liked by 1 persona

  1. L’URSS è stato un grande Paese e con quella Rivoluzione ha ispirato tante altre bellissime insurrezioni, Orwell, da comunista, non denuncia tanto il Paese ma lo Stalinismo. Napoleone sarebbe Stalin, che con la sua politica getta il Paese in una dittatura, quando l’URSS post rivoluzione era nata come Democrazia dei Soviet.

    Mi piace

      1. Stesse no, Stalin non è lo Zar.
        Diciamo che la rivoluzione diviene burocrazia non solo per errori sulla gestione del potere (mancanza di ricambi demcratici) ma anche per difenderla dall’esterno. Ti puoi difendere solo col terrore ma poi il terrore degenera…
        Le rivoluzioni meritano comunque rispetto. Le conquiste che oggi ci tolgono, sono proprio di quelle rivoluzioni.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...