Le mie pagliuzze di Dora Buonfino

Buongiorno amici e buon sabato! Siamo finalmente giunti al fine settimana, quindi vi chiedo, come passerete questi due giorni di relax? Io ho intenzione di dedicarmi completamente ad una nuova lettura! Ma sono qui per recensirvi il meraviglioso romanzo di Dora Buonfino, Le mie pagliuzze.

Questo libro mi è stato gentilmente inviato da Le Parche Edizioni insieme ad un altro scritto di Dora Buonfino, Scrivo per te, che non vedo l’ora di leggere.

Le mie pagliuzze, merita una recensione approfondita e dettagliata perchè il tema che l’autrice affronta in questo romanzo, è un tema forte, purtroppo quotidiano di cui si sa tanto, ma si parla poco.  Parlare di abuso di minore non è mai facile per molte ragioni e una di questa è che parlarne significa mettere in discussione ed imballo molte figure della società, anche noi stessi, perchè no? Affrontare questo argomento significa prendere atto non solo del fatto in se e di ciò che è accaduto, ma di tutto quello che circonda la situazione stessa e tutto quello che andrà a svilupparsi successivamente.

Dora ha saputo scoprire l’argomento in modo semplice e lineare dando importanza ad ogni fase che la protagonista vive, rendendo così questo romanzo, una lettura possibile anche per un adolescente.

Come dicevo prima, in queste pagine non ho trovato solo il racconto, il brutto fatto in se narrato, ma tutto quello che avviene successivamente, tutto quello che non si riesce a vedere e percepire dall’esterno, tutto quello che ai nostri occhi è quotidianamente normale.

Oggi giorno, criticare gli adolescenti è facile, prendersela con loro o con i genitori, dicendo “E’ l’età. E’ normale” o ” Non hanno educazione i ragazzi d’oggi”. Quante volte lo abbiamo sentito dire o lo abbiamo persino detto? Ora, sembra quasi che mi stia perdendo nella recensione, ma non è così, ve lo assicuro.

La protagonista di questo racconto, in tenera età, subisce un abuso da una persona vicina alla famiglia, il  posto in cui bisognerebbe sentirsi protetti, in cui si dovrebbe essere al sicuro. Per una ragazzina che non sa minimamente cosa gli sta accadendo, non è affatto semplice perchè finisce per subire non solo violenza fisica, ma anche psicologica nel momento in cui il non parlarne con nessuno diventa di vitale importanza. Inizia così la sua trasformazione, da bambina innoente e spensierata si ritrova catapultata in un mondo parallelo, fatto di cose a cui non era ancora pronta e di cui non poteva parlarne a nessuno.

Così cresce, matura sia fisicamente che mentalmente, e se anche non subisce più violenza e  pensa che l’accaduto sia ormai acqua passata, la sua mente e il suo animo le ricordano che non si son dimenticati di nulla, che il dolore e la vergogna sono sempre lì, dietro l’angolo ad aleggiarle attorno anche quando quella bambina diventa una donna.

La faccenda si complica quando la frenesia degli adulti e l’iposcrisia di sapere sempre tutto, oscura loro gli occhi e non gli permette di vedere ciò che evidente. E il problema si ingigntisce per questa anima costretta nel limbo, quando quella stessa gente, messa davanti all’evidena dei fatti, si volta dall’altra parte facendo finta di niente, perchè non vedere e non sapere è sempre la strada più semplice da percorrere.

Crescere non è facile per nessuno, tanto meno a chi è stato rubato il diritto di viviere l’infanzia nella spensieratezza ed è stato spinto nel mondo degli adulti senza alcuna preparazione.

La parte centrale secondo me, si sviluppa proprio alla fine paradossalemente, nelle ultime pagine con un dialogo. Le  sensazioni, gli stati d’animo, le riflessioni, sono quelle, secondo me, le parti focali del libro e che vorrei che ogni lettore riuscisse a comprendere . Una mamma, un papà, uno zio, adolescenti, giovani, insomma, chiunque.

Questo è un romanzo di cui non ci si può risparmiare la lettura. Nelle sue pagine, infatti, si legge e si respira amore per se stessi, un qualcosa che è difficile da raggiungere per chiunque, ma quando lo si ottiene, si diventa più forti.

Perciò vorrei ringrazie la casa editrice per avermi fatto scoprire questa lettura , e anche a Doracon il cuore davvero in mano, vorrei dire grazie, grazie per chi leggerà e riuscirà ad acquisire maggiore consapevolezza come quella che mi è entrata dentro in questi giorni di lettura. Davvero in questo mondo si ha bisogno di parlare, di far capire alla gente cosa succede e di svegliarla dagli atteggiamenti ipocriti e egoistici e questo libro è un’arma perfetta.

Qui per acquistarlo su Amazon!

Le mie pagliuzze

Annunci

5 pensieri su “Le mie pagliuzze di Dora Buonfino”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...