Shatter me di Tahereh Mafi

Buongiorno amici! 🙂 Stamattina vi recensisco il tanto bramato Shatter me, il libro che sta spopolando in tutto il mondo, ma che purtroppo a me non ha entusiasmato per nulla!


Trama

“Juliette è rinchiusa in una cella senza alcun contatto con il mondo da 264 giorni. Il suo misfatto? Con un suo solo tocco è in grado di uccidere. A tenerla rinchiusa è un gruppo militare chiamato Restaurazione che intende utilizzarla come arma per torturare chi non intende collaborare con essi. Qualcosa cambia però, quando Adam, un soldato semplice, entra nella sua cella e scopre di essere immune al suo tocco. Questa scoperta sarà la scintilla della speranza che travolgerà Juliette, ormai assopita dal proprio destino, e che la condurrà fuori dalle mura della prigione per ritornare a vivere come chiunque altro.”


Ho bramato questa lettura per troppo tempo, e per me è stato un trauma rendermi conto che non era il libro che mi aspettavo di leggere.

Questo non è un giudizio alla saga, ma all’unico volume che ho letto, Shatter me.

Devo essere sincera. Appena ho iniziato la lettura, fin dalle prime pagine, ho pensato che tutto quello che stava avvenendo nel mondo, a quanto dice Adam, è proprio quello che avviene nel famoso libro 1984 di George Orwell, ma scritto male. Sì, perchè è poco chiaro quello che sta succedendo fuori, le nformaizoni sono poche, scarne , buttate lì, giusto per riempiere gli spazi vuoti.  Non è solo quello che è poco chiaro in questo libro. Non mi piacciono per niente le descrizioni degli ambienti, sono poco chiare, poco descrittive. Non sono riuscita ad immaginarmi nessun posto in cui si trovavano perchè gli elementi scritti non bastavano o erano scritti male! E ancor più i personaggi. Dio, quanto ho odiato le descrizioni di due parole dedicate ad essi, tanto che propro Juliette, la protagonista, non ho idea di che volto abbia. Insomma, mi aspettavo di ritrovarmi un libro all’altezza di Hunger Games o Maze runner, ed invece niente. In queste due elltime saghe citate non ho avuto bisogno dei film per immaginare le scene e i luoghi, perchè tutto era descritto in modo impecabile. Non prolisso, ma esaustivo. In shatter me invece, sembra che tutto sia stato gettato lì, come una bozza. Ecco, questo romanzo mi sembra una bozza.

Le note positive? Mi piacciono molto i dialoghi, tanto. Mi piace la storia dei personaggi, la fase preparatoria nella prima metà del libro che permette di capire meglio Juliette e Adam. Nella seconda metà del libro inizia ad ingranare la storia e l’idea sviluppata non è male, ma questo primo libro non è un distopico. Per nulla!! Ripeto: non ho ancora capito la situazione del mondo in cui si trovano!!

Infine c’è l’aggiunta del troppo romanticismo, questo ha rovinato totalmente la visione del romanzo. Io capisco l’attrazione e tutto quanto, però bastava scrivere di una scena sdolcinata una volta, poi basta e dare movimento al romanzo distopico che doveva essere!!!

Con questo non voglio dire che mi faccia schifo il libro ahahaha, ma davvero non è ciò che mi aspettavo. La copertina è figa, tanto e la adoro!! Peccato che il contenuto non sia lo stesso!!! Nonostante questo vorrei continuare a leggere i seguiti, giusto per capirci qualcosa e perchè ho sentito che i libri successivi sono migliori.

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere 🙂

Vi lascio il link ad Amazon se voleste acquistarlo! 😉

Shatter me

Annunci

9 pensieri su “Shatter me di Tahereh Mafi”

  1. Non ho letto questo libro, ma a tratti mi ha ricordato Carve the Mark, ovvero il fatto che la protagonista con il suo tocco può uccidere. Se la memoria non mi inganna anche in Carve the Mark la ragazza protagonista poteva fare lo stesso e veniva appunto usata come arma.
    Comunque non mi piacciono i libri che non hanno parti descrittive sufficienti. È fondamentale riuscire ad immaginarsi anche ogni più piccolo dettaglio, non dico descrizioni lunghe pagine, ma almeno qualcosa si!
    La copertina però come hai detto, è davvero carina 😊

    Liked by 1 persona

    1. Neanche a me piacciono i libri poco descrittivi. Per è fondamentale l’ambientazione così come i personaggi, è stato come vedere un film su internet che si blocca costantemente perché internet non va 😂😂😂 ci capisci poco alla fine 😂😂

      Liked by 1 persona

  2. Ho letto solo questo e non ancora i seguiti, ma ho intenzione di farlo perchè alla fine mi è piaciuto abbastanza 🙂 Hai ragione comunque, anche io ho fatto un po’ fatica a comprendere questo mondo, anche perchè pensando ad un distopico forse non dovrebbe esserci magia… e sto ancora aspettando una spiegazione razionale a tutta la storia dell’immunità. Però invece ho trovato molto originale lo stile con cui è scritto e anzi assolutamente un punto a favore di questo libro! Vedremo con i seguiti 😀 nessie

    Liked by 1 persona

  3. Finalmente posso confrontarmi con qualcuno su questo libro. Allora, in linea di massima sono abbastanza d’accordo con te, per essere il primo capitolo di una saga non è proprio il massimo. Le descrizioni – quelle poche che ci sono – non sono proprio il massimo, ma voglio spezzare una lancia a favore di Juliette e della sua descrizione fisica: essendo un racconto in prima persona, credo che sia normale che non abbiamo troppe informazioni sul fisico della protagonista, che dobbiamo carpirle poco per volta, proprio perché se io racconto qualcosa non mi metto a descrivere me stessa come fare con qualcuno che ho di fronte. Giudico peggiore il fatto che, appunto, si hanno poche informazioni sull’aspetto fisico degli altri, La parte romantica volevo saltarla, ti giuro, è davvero troppo pesante con tutte quelle smancerie. Meno male che c’è Warner che tiene tutti allegri e che è l’unico motivo per cui continuerò la lettura di questa serie!

    Liked by 1 persona

    1. Oddio sono d’accordissimo con te su Warner, è il mio personaggio preferito 😱😱😱 per Juliette capisco cosa intendi infatti non mi aspetto che si descriva, ma come la scena dello specchio, dove si guarda, li ci sono poche informazioni. Siamo a più della metà del libro e dice solo che ha un viso smagrito. Ma a me questo non basta. Ho pensato anche che voglia tenere in sospeso la sua descrizione per qualche motivo per i libri futuri, però quando juliette indossa i vestiti non nota che sono piccoli? Io mi aspettavo che dicesse qualcosa del tipo ” cavolo quanto sono piccoli, vuol dire che sono dimagrita tantissimo”. E io mi farei quei schifo, perché se ha mangiato per 1 anno solo 1 volta al giorno, a quest’ora dovrebbe essere anoressica 😅

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...